QUANTO COSTA RENDERE UNA CASA A PROVA DI SISMA?

Vota questo articolo
(0 Voti)
Cerca geometri, architetti o ingegneri iscritti da non meno di dieci anni al rispettivo albo Cerca geometri, architetti o ingegneri iscritti da non meno di dieci anni al rispettivo albo

Se pensate di rendere la vostra casa a prova di sisma, il primo passo necessario è la valutazione

delle condizioni dell’immobile, quindi recuperare il progetto di costruzione che, interpretato da professionisti competenti, fornirà una mole di informazioni fondamentali.

Attualmente non esiste, per legge, una figura professionale dedita a questo tipo di attività, è sufficiente che si tratti di geometri, architetti o ingegneri iscritti da non meno di dieci anni al rispettivo albo.

Dopo le necessarie valutazioni, probabilmente occorrerà procedere a piccole demolizioni per approfondire adeguatamente lo stato dei punti ritenuti più deboli (giunzioni tra le mura, tetto e pilastri). Ma fino a qui non si tratta di nulla di impegnativo.

I costi per la valutazione della vulnerabilità dell’immobileincaso di sisma variano tra i 2,50€/mq e scendono fino ai 0,50 per quelli più grandi.

Il costo dell’adeguamento sismico è troppo vaio per fornire informazioni precise: molto dipende infatti dal caso specifico e talvolta potrebbe essere più conveniente la demolizione e la ricostruzione all’80% del valore immobiliare complessivo.

In casi fortunati, ovvero quando si tratta di piccoli interventi di adeguamento, costi meno ingenti possono riguardare la sostituzione dei vetri delle porte e finestre con modelli infrangibili e l’applicazione di chiusure a prova di bambino sulle ante dei vari pensili e armadi.

 

preventivo casa antisismica


Le fondamenta

E’ possibile che per la costruzione dell’immobile non sia stato utilizzato del ferro nella realizzazione delle fondamenta, dunque è bene farle esaminare, per valutarne le condizioni.


I muri portanti

Soprattutto nel caso in cui su questi siano presenti delle crepe, valutate un intervento di rivestimento con materiali in acciaio o cemento armato, oppure inserendo dei dissipatori o dei controventi.

A seconda della modalità costruttiva, gli interventi possono variare. Importante è anche la fattibilità dell’adeguamento nel caso si tratti di edifici considerati storici.


Il tetto

La valutazione del tetto potrà dirvi le pareti dove poggia. In questo caso è possibile informarsi su un apposito intervento che talvolta viene proposto in concomitanza del rifacimento del tetto, in modo tale da non aumentarne troppo il costo.

PREVENTIVI GRATUITI LAVORI